Qui Juventus: ecco la formazione dei bianconeri per il prossimo campionato

Sarà una Juventus sempre forte quella che si appresta ad affrontare la stagione 2017-2018 del Campionato di Serie A. Nonostante le molte partenze – in primis Bonucci, sono in molti a credere che i bianconeri domineranno ancora il campionato italiano e potranno sicuramente dire la loro in Europa.

Qui Juventus: ecco la formazione dei bianconeri per il prossimo campionato

Nelle scorse ore tra i rumors che hanno tenuto più banco c’è stato quello relativo ad una tempestiva partenza di Dybala in direzione Barcellona. Paolo per ora ha confermato che rimarrà a Torino, ma forse si è trattato di qualcosa di più che voci di corridoio.
Nel frattempo nella sera di mercoledì 26 luglio 2017 Paulo Dybala e Gonzalo Higuain sono stati la coppia d’attacco opposta al Paris St Germain di Edinson Cavani e Angela Di Maria.
E’ stata l’occasione per i bianconeri di rivedere dopo poche settimane l’ex-compagno Dani Alves, che dopo aver sostanzialmente aiutato la Juve a ottenere la finale di Champions ha deciso di cambiare aria.

Nel frattempo la Juve si è rinforzata – e di molto, a centrocampo. Sono arrivati Douglas Costa e proprio ieri Federico Bernardeschi. Per il giocatore toscano la squadra bianconera ha sborsato 40 milioni di euro alla Fiorentina.
Massimiliano Allegri – visite mediche permettendo, potrebbe provare già Bernardeschi alle spalle di Higuain, riproponendo lo schema tattico del 4-2-3-1.

Ma quale sarà la formazione della Juventus per la stagione a venire?

In porta il 39enne Buffon si farà aiutare dal nuovo arrivo Szcsesny, in difesa De Sciglio potrebbe trovare subito un posto da titolare, mentre per il centrocampo l’altro nome su cui si punta è quello di Benatia.

Ecco dunque la probabile formazione 2017-2018 della Juve:

Buffon, Benatia, De Sciglio, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Douglas Costa, Dybala, Bernardeschi, Higuain.

Maglia Bonucci: lo Juventus Store fa retrofront, sarà sostituita

Dopo la partenza, improvvisa e inaspettata, di Leonardo Bonucci da Torino per approdare a Milano sponda Milan, alcuni tifosi sono rimasti più che delusi. Oltre ad assistere impotenti alla cessione (il danno) del difensore che a Torino ha vinto 6 Scudetti, 3 Coppe Italia e 3 Supercoppe, alcuni hanno ricevuto anche una insolita beffa.

bonucci

Bonucci Dybala

Alcuni tifosi che avevano comprato la maglietta originale di Bonucci allo Juventus Store pochi giorni prima della sua partenza – magari per fare un regalo, si sono chiesto: e adesso che ci faccio?
Un signore in particolare si è lamentato sia con lo store che con la dirigenza del club bianconero. Il caso ha fatto il giro della stampa, finendo alla Zanzara di Radio 24, la trasmissione di Cruciani.

Il Codacons, l’Associazione a tutela dei diritti dei consumatori, si era espresso consigliando altamente allo Juventus Store di ritirare dal mercato le maglie nei negozi, rimborsare o sostituire le maglie già vendute. Nelle prime ore era stato tutto un rimbalzo di responsabilità, con il negozio che diceva che nelle regole c’è scritto: non ci prendiamo la responsabilità circa le personalizzazioni richieste dai clienti. Il che vuol dire: niente cambio per la maglia numero 19.
Poi la situazione ha trovato una risoluzione proprio oggi.

Coloro che ne faranno richiesta potranno cambiare la loro maglietta personalizzata – il cui costo va oltre le 100 euro, con una nuova. Sotto il fuoco incrociato è finito il Direttore Marketing dello Store della Juve: reo di aver risposto picche alle richieste dei tifosi adesso rischia il posto.

Per spezzare una lancia a suo favore però qualcuno sostiene che il comportamento del Direttore è stato ligio alle regole e in perfetto stile torinese. Che precedente potrebbe creare questa scelta per il prossimo futuro? Se pensiamo che la Juve negli ultimi anni ha spesso concluso nel giro di pochi giorni/ore importanti trattative su campioni come Andrea Pirlo, Paul Pogba, Arturo Vidal, Alvaro Morata e Carlos Tevez, tutto lascia a intravedere che un problema simile potrebbe ripresentarsi molto facilmente.

Mercato Juventus: via Dani Alves e Neto, Darmian fra le novità in arrivo

Ormai c’è stata la conferma ufficiale nelle ultime ore: Dani Alves è libero, la Juventus ha risolto gli ultimi dubbi circa la cessazione del contratto. Adesso è questione di giorni per l’avvio del trasferimento al Manchester City. Inutile dire che, al di là delle ultime uscite non felici di Alves sui social, Dani lascia i tifosi tristi. Si ricorderanno infatti bene della sua fantastica stagione a Torino con 33 presenze e 11 gol segnati, nonché la finale di Champions League raggiunta proprio grazie ai suoi score.

dani alves

Il brasiliano d’altronde non ha saputo resistere ai richiami londinesi del suo ex-allenatore Pep Guardiola, con cui è riuscito a vincere ben 14 trofei. Certo anche in Piemonte Dani Alves ha ottenuto i suoi riconoscimenti: due trofei nella sua prima e unica stagione a Torino – scudetto e Coppa Italia.

Nel frattempo sul mercato in entrata la Juve alza la voce contro l’Inter per riportare in Italia
Matteo Darmian da Manchester sponda United. Il 27 enne difensore della Nazionale Italiana di Calcio, che recentemente ha sposato Francesca Cormanni, intervistato dal giornalista sportivo di Sky Sport Kaveh Solhekol ha dichiarato che sta attendendo le decisioni della società in merito alla sua cessione

Infine una nota sul mercato in uscita. Se ne va Norberto Neto in direzione Spagna. Per lui la Juventus vuole 10 milioni ed anche se al momento l’offerta del Valencia è di 6 milioni ci sono molte probabilità che si arrivi ad un accordo per il portiere 27enne brasiliano.

Juventus 6 campionati vinti e 33 scudetti made in Torino

2 Tifosi allo Juventus Stadium - 33 scudetto juve

E’ una calda Domenica di Maggio. Sono le 16:54 e la Juventus conquista il suo ennesimo scudetto battendo in casa il Crotone. Sono 33 per l’esattezza, un nuovo record che si somma al primato del sesto campionato vinto consecutivamente.

E’ stata una vittoria di notevole distacco che ha rimandato a casa i calabresi con 3 gol al passivo, ma va comunque detto che il Crotone ha lottato intensamente per tutta la sfida , dovendo cedere solamente alla superiorità tecnica dell’avversario, che alla fine ha prevalso.

I tifosi hanno goduto di una Juve determinata, precisa, concentrata, e aggressiva, vedendosi avvicinare sempre di più lo scudetto grazie alle performance di Dybala,  Mandzukic e infine Alex Sandro che ha chiuso la partita e dato il via alla festa in Piazza San Carlo come la buona consuetudine richiede.

In ogni caso, bianconeri o Granata, rimane sempre una vittoria che la nostra bella Torino si porta a Casa

 

Torino ha tante notizie da offrirti, ma anche tante altre cose: scoprile su www.torinoaffari.it