A Torino arriva l’Oktoberfest

Domani, giovedi 28 settembre alle 19.00 si inaugura la versione italiana del famoso festival popolare dedicato alla birra, con il tradizionale o’zapft is, il rito di apertura del primo fusto di birra. Saranno presenti le istituzioni regionali e cittadine e ci sarà musica tradizionale bavarese con una selezione di musicisti che arrivano direttamente dall’Oktoberfest di Monaco.

Gli spazi dell’Oval Lingotto si trasformeranno in una vera e propria mini città bavarese con fedeli ricostruzioni: tavolini in legno, spillatori, camerieri vestiti a tema con i classici costumi bavaresi.

Si potrà degustare la Hofbräu Oktoberfest, la stessa birra che viene servita nel tendone Hofbräuhaus all’Oktobefest di Monaco di Baviera. Non mancheranno i piatti tipici, quali bretzel, panini, wurstel allo stinco di maiale con patate e poi primi piatti, taglieri di salumi e dolci.

L’evento sarà a ingresso libero (proprio come a Monaco): basterà trovare un posto e sedersi per gustare l’atmosfera, la musica e la voglia di divertirsi.

Orari

dal lunedì al giovedì: dalle 18.30 all’ 1.00
venerdì dalle 18.30 alle 3.00
sabato dalle 12.00 alle 3.00
domenica: dalle 12.00 alle 1.00

Domani a Lingotto Fiere torna “Manualmente”, il Salone della Creatività.

Grandi ospiti e moltissime novità per la XVI edizione di Manualmente, che dal 21 al 24 settembre a Lingotto Fiere di Torino vedrà coinvolti i professionisti delle arti manuali e le numerose appassionate di tutto quanto concerne l’hobbistica femminile.

Bijoux, stamping, bricolage, cake e food design, cartonnage, home decor, ricamo, crochet queste e molte altre le bellissime attività presenti al Salone, dove sarà possibile stimolare la propria fantasia e confrontarsi con i più importanti produttori e distributori del settore, nazionali ed internazionali.

Questo evento è un appuntamento molto atteso che ha visto nello scorsa edizione ben 10.000 visitatori in soli tre gioni di fiera, confermando che a Torino il settore “fai da te” è sempre in crescita.

Questa edizione vede oltre 100 espositori e circa 200 appuntamenti tra corsi, workshop e dimostrazioni, tenuti da esperti delle arti creative manuali rendendo questo appuntamento un’ottima occasione per confrontarsi e approfondire la propria passione.

 

 

Sta per partire l’ottava edizione della Torino Tattoo Convention al Palavela

Una nuova edizione della Torino Tattoo Convention sta per partire al Palavela, dal 15 al 17 settembre.

E’ diventato tra gli eventi legati al tattoo più importanti al mondo e ospiterà ben 340 tatuatori italiani e internazionali, insieme ai  più importanti operatori e fornitori del settore.

Il programma dei tre giorni è ricco e interessante, con appuntamenti, esibizioni, spettacoli e concerti di alto livello.

Tra le tante novità c’è un imperdibile contest promosso da Red Bull il “canvas Tattoo Edition”, aperto a tutti i tatuatori, dove le 9 grafiche + belle verranno selezionate.

Questa nuova edizione di Torino Tattoo Convention è una manifestazione che richiama ogni anno migliaia di visitatori, ed è un evento che contribuisce come tanti altri a rendere la nostra una città interessante e stimolante.

Buona visita!

DovePalavela di Torino, Via Ventimiglia 145

Quandodal 15/9/2017 al 17/09/2017 / ven 14-22; sab 12-24; dom 12-22

Prezzo1 giorno 15 € / 2 giorni 25 € / 3 giorni 30 €

Nike presenta le nuove Air Jordan XXXII a Torino il 23 settembre in anteprima mondiale

 

Si tratterà di un vero e proprio evento speciale, quello che Nike terrà in Italia a Torino il prossimo 23 settembre. Protagonista sarà il marchio Air Jordan di cui verrà presentato il nuovo modello XXXII. Un design che si ispira direttamente alle radici del modello Air Jordan II e il suo legame con l’Italia. Qui infatti quel modello così famoso è stato prodotto.

air jordan 32

Soltanto in Italia infatti i designer di Nike Bruce Kilgore e Peter Moore hanno potuto trovare quello che cercavano, produzioni di eccellenza legate al cuoio. I progettisti erano volati sopra l’oceano per cercare di capire come poter realizzare al meglio la stampa delle Jordan. La soluzione la trovarono in un metodo di stampaggio e di versamento a iniezione diretta che impararono e affinarono proprio in Italia.

Questo modello, che piaceva molto a Michael Jordan, non ha però avuto molto tempo per stargli al piede. Quando il gigante buono si è rotto proprio il piede sinistro, nella stagione 1985-86, indossava le Air Jordan 2 da poche settimane. Quando poi è tornato dall’infortunio, ha finito per cambiare scarpe.

In omaggio a quel modello che ha avuto tanta fortuna di pubblico Nike ha creato le nuove Air Jordan XXXII. L’idea di base è sempre la solita: l’artigianato di qualità che si mette a disposizione per costruire un paio di scarpe di alto livello tecnologico, capaci di garantire performance all’avanguardia.

Le nuove Air Jordan 32 sfoggiano una tomaia Nike Flyknit, unità Nike Zoom Air sul tallone e davanti, ammortizzazione su piattaforma Flight Plate – quella tipica del Jordan Brand.

Il primo modello di Air Jordan XXXII “Rosso Corsa” vedrà la luce il prossimo 23 settembre a Torino. Altri colori saranno presentati a ottobre 2017.

Torino come The Jackall: rapinano bancomat indossando maschere di Trump

Forse qualcuno si ricorda del film Point Break, la storia di un gruppo di amanti del surf che nel ‘tempo libero’ si impegna a compiere rapine indossando le maschere degli ex-presidenti degli Stati Uniti d’America.

Qualcosa di simile è avvenuto nelle scorse settimane a Torino. Una coppia di fratelli che indossavano entrambi una maschera di Donald Trump hanno cercato di far saltare in aria un Bancomat all’esterno di una banca in zona Torino Nord.
Durante la conferenza stampa di oggi la PS ha messo in relazione il tentativo andato storto di ieri ad altre decine di colpi messi a segno con successo nei mesi scorsi nell’area torinese.

Nel film Point Break del 1991 con Keanu Reeves e Patrick Swayze la banda criminale non si limitava ai bancomat, ma puntava alle casse. Così la polizia ha detto che il film da cui i rapinatori hanno preso ispirazione non è Point Break, bensì The Jackal, una pellicola del 1997 con Bruce Willis, in cui il protagonista cambia il colore della sua auto. Infatti anche i rapinatori protagonisti di questa vicenda – i fratelli Laforè, di origine sinti, (rispettivamente di 26 e 30 anni) – hanno verniciato la loro Mercedes bianca di nero per mettere a segno quest’ultimo colpo.

Ad incastrare la giovane coppia di rapinatori – a cui si può criticare tutto, ma non la simpatia, sono state le telecamere a circuito chiuso che li hanno colti sul fatto.

Per far saltare l’ATM hanno usato la tecnica della marmotta: aprendo un foro nel bancomat e inserendovi dentro 250 grammi di esplosivo.