Auto usate: 10 regole per non rischiare brutte sorprese

image

I veicoli di seconda mano rappresentano un buon investimento e un notevole risparmio, a patto di comprare effettivamente una macchina in buono stato e di non restare vittima di truffe o raggiri.
Per acquistare e vendere auto usate senza rischi, e senza imprevisti, segui queste dieci regole e scopri come fare.

  1. Quando vendi il tuo veicolo sottoscrivi una “dichiarazione di vendita” con autenticazione della firma.
  2. La “dichiarazione di vendita” è contenuta nel retro del “Certificato di proprietà (CdP)” e, al momento della sottoscrizione deve contenere in particolare una marca da bollo da 14,62 Euro e i dati del compratore, per cui non sottoscrivere mai in bianco e/o senza la marca da bollo (altrimenti se poi la marca non viene apposta si verrà sanzionati dall’Agenzia delle Entrate).
  3. Puoi utilizzare un documento diverso dal Certificato di Proprietà solo se il CdP è stato smarrito o rubato o si è deteriorato, ovvero se si possieda ancora il vecchio “foglio complementare” o si tratta di una accettazione di eredità. In ogni caso il documento deve essere esaurientemente compilato con la dichiarazione di aver venduto, i dati dell’acquirente, i dati del veicolo e il prezzo di cessione, per cui, anche in queste circostanze, non sottoscrivere mai in bianco.
  4. Sottoscrivi sempre la dichiarazione di vendita a favore dell’acquirente e non a favore di terzi indicati da quest’ultimo.
  5. Non consegnare la carta di circolazione del veicolo venduto senza aver sottoscritto la dichiarazione di vendita.
  6. Accertati di apporre la sottoscrizione di vendita davanti a uno dei soggetti abilitati dalla legge ad autenticarla ed esclusivamente negli uffici di cui tali soggetti sono titolari o dipendenti.
  7. Richiedi una fotocopia della vendita sottoscritta completa della autentica della propria firma.
  8. L’autentica conferisce “data certa” alla cessione, ai fini dello scarico di ogni responsabilità (civile, penale, amministrativa, tributaria, assicurativa) concernente la proprietà, la detenzione e l’uso del veicolo.
  9. Trascorsi due mesi dalla sottoscrizione della dichiarazione di vendita (che va trascritta al PRA – Pubblico Registro Automobilistico, ai sensi dell’art. 94 del Codice della strada, entro 60 giorni dall’autentica) verifica presso il PRA o tramite uno studio di consulenza automobilistica l’avvenuta regolare annotazione del passaggio di proprietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *